Vai al contenuto


Foto

Musica e blocchi creativi


  • Per cortesia connettiti per rispondere
3 risposte a questa discussione

#1 villeggia

villeggia

    Member

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 26 messaggi

Inviato 04 febbraio 2006 - 10:10

Per i compositori e per tutti coloro che amano scrivere musica (di qualsiasi genere): Vi capita mai di passare dei periodi di blocco creativo in cui non vi esce neanche una nota? In cui scartate con assurda severità ogni nuova idea o peggio siete totalmente paralizzati di fronte al foglio pentagrammato bianco, pulito, immacolato..? A me -che sono terribilmente umorale- è capitato più volte. A questo proposito vi voglio sottoporre le annotazioni del pittore Joan Mirò in reazione alla sua prima visita al Louvre: "...Quando arrivai al Louvre rimasi totalmente spiazzato, paralizzato. Per 3 o 4 mesi non sono stato capace di dipingere. I miei compagni si mettevano al lavoro, così, naturalmente. Io in fondo ero contento della mia incapacità, era la prova della scossa che avevo ricevuto..." Che ne dite?

#2 villeggia

villeggia

    Member

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 26 messaggi

Inviato 08 febbraio 2006 - 04:29

Nicola gios cattivissimo!!! Ma ho chiarito un pò meglio ora cosa intendevo dire?

#3 Nicola Giosmin

Nicola Giosmin

    Advanced Member

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 182 messaggi

Inviato 08 febbraio 2006 - 07:33

Cara Villeggia, villeggia Ha scritto: ------------------------------------------------------- > Nicola gios cattivissimo!!! Mannoooo, daaaaiiii.. :) > Ma ho chiarito un pò meglio ora cosa intendevo > dire? Sì, ora replico. nicgios

#4 DoctorMusic

DoctorMusic

    Member

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 15 messaggi

Inviato 20 febbraio 2006 - 07:48

Dal punto di vista strettamente della tecnica compositiva il blocco "creativo" non è ammesso, altimenti non riesci a fare neanche le "assurde" clausure degli esami. Questo perchè dal punto di vista "artigianale" e non ispirativo della composizione devi sempre sapere come procedere ed andare avanti. Certo è anche verò però che molto dipende da che cosa stai scrivendo!! Molti compositori romantici (vd. Donizetti...) erano schiavi della poetica della "fretta", senza scadenze "mostruose" non riuscivano proprio a scrivere (ma forse è solo leggenda...). Diciamo infine che quello che dici e provi è umano, nessuno è una macchinetta per creare musica... Io personalmente quando non riesco ad andare avanti, accuso stanchezza, oppure capita la giornata "nera" passo ad altro, mi vado a fare un giro in bici e poi riprendo. Spesso finisco un pezzo anni dopo....... Saluti Doc




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

Advertising